Questa iniziativa della “Coalizione 27 febbraio” è importante per almeno due ragioni. La prima è che dimostra che è tempo di “coalizioni”: quella sociale proposta dalla Fiom, quelle di scopo, come questa illustrata qui sotto nei suoi primi obiettivi, le altre che si costruiscono territorialmente. E’ tempo di “coalizioni” perché in una fase di crisi come questa nessuno può pensare di farcela da solo o da sola. Basti pensare all’esito dello scontro della Cgil contro Matteo Renzi, perso dal sindacato anche per incapacità ad allargare la propria base di azione. La seconda ragione è che la questione dell’Inps sarà sempre più centrale nelle preoccupazioni e nelle mobilitazioni di migliaia di lavoratori e lavoratrici. Un effetto evidente della crisi è che la perdita di posti di lavoro produce una flessione drastica dei contributi che devono sostenere la spesa previdenziale. Senza un ragionamento collettivo, e unitario, tra tutte le categorie che vivono del proprio lavoro, non ci sarà mai una via d’uscita. E, a sua volta, una via d’uscita non potrà che essere cooperativa e basata sulla solidarietà intra-generazionale. Per questo il “primo passo” cui allude la Coalizione 27 febbraio non riguarda solo lavoratori e lavoratrici freelance o comunque “non dipendenti” ma riguarda tutti.
p.s. a colleghi e colleghe giornalist@: benché iscritti-e all’Inpgi, questo discorso vale anche per noi.

La “Coalizione 27 febbraio” incontra il presidente Boeri
Un primo passo per l’equità previdenziale e l’estensione universale del welfare

Incontro importante quello che si è svolto stamane presso la Direzione generale dell’INPS, al seguito dello Speakers’ Corner che ha visto raccolti oltre 200 tra professionisti atipici e ordinisti, lavoratori parasubordinati, precari della ricerca, studenti e iscritti al programma Garanzia Giovani: una delegazione della “Coalizione 27 febbraio” è stata ricevuta dal presidente Tito Boeri, e da Luciano Busacca (responsabile Segreteria generale della presidenza), Luca Sabatini (Direzione centrale prestazioni sostegno al reddito), Isabella Rota Baldini (portavoce del Presidente).

L’incontro è stato occasione utile per presentare nel dettaglio le pretese elaborate dalla “Coalizione 27 febbraio” e poi raccolte, attraverso la Call pubblica, nella Lettera aperta rivolta al presidente Boeri e diffusa a mezzo stampa. Il presidente ha mostrato interesse e risposto nel merito, illustrando il percorso che porterà l’INPS, entro giugno, ad avanzare a Governo e Parlamento precise proposte di riforma del sistema assistenziale e previdenziale. In particolare ha chiarito che in tempi brevissimi (lunedì 27 aprile) sarà operativa la circolare relativa alla DIS-COLL e dunque verranno erogate le indennità ai parasubordinati che sono senza lavoro dal primo gennaio 2015. L’INPS si impegna a erogare tempestivamente – sul piano nazionale e nella Regione Lazio – le indennità per i tirocini svolti dagli iscritti al programma Garanzia Giovani; l’INPS ha inoltre precisato che alla data del 20 aprile 2015 l’istituto aveva già erogato l’indennità a favore del 92% dei tirocinanti i cui nominativi sono stati inoltrati all’INPS da parte delle regioni. Esprimendo sintonia con l’esigenza di estendere universalmente il reddito di base, nella sua proposta, l’INPS, per una questione legata alle risorse reperibili per la copertura economica, proporrà di introdurre tale prestazione solo per i lavoratori sopra i 55 anni. L’INPS auspica che le casse previdenziali degli ordini che non lo hanno ancora fatto riprendano e realizzino l'”operazione trasparenza” nella previsione dei trattamenti pensionistici futuri. L’INPS si impegna a prendere seriamente in considerazione le proposte relative all’estensione degli ammortizzatori sociali alle partite Iva e ai professionisti atipici.

La “Coalizione 27 febbraio” ritiene positivi gli esiti della mobilitazione, sarà attenta nel verificare il rispetto degli impegni presi dalla Presidenza e rilancia i prossimi appuntamenti di lotta per l’equità previdenziale, la sostenibilità fiscale, il welfare universale.

Coalizione 27 febbraio

(ACTA, ADU – Associazione degli avvocati Difensori d’Ufficio, ANAI – Associazione Nazionale Archivistica Italiana, Archivisti in Movimento, Assoarching, Associazione delle guide turistiche, Camere del Lavoro Autonomo e Precario – CLAP, Comitato per l’Equita Fiscale, Comitato Professioni Tecniche – Ingegneri e Architetti, F.N.P.I. – Federazione Nazionale Parafarmacie Italiane, Geomobilitati – Geometri, IVA sei Partita, Inarcassa Insostenibile, Intermittenti della Ricerca – Roma, MGA – Mobilitazione Generale degli Avvocati, Rete della Conoscenza, Sciopero Sociale – Roma, Stampa Romana)

Annunci